Film 

Film per bambini

Spread the love

Film per bambini

La città incantata
La città incantata è un film d’animazione per bambini giapponese del 2001 scritto e diretto da Hayao Miyazaki, prodotto dallo Studio Ghibli. Chihiro ha 10 anni e come molte bimbe di quell’età è capricciosa e terribilmente testarda. Un giorno suo padre e sua madre, Akio e Yugo, le comunicano che cambieranno casa e la bambina non la prende bene. Infatti si arrabbia tantissimo perchè sta per abbandonare per sempre la sua vecchia casa ed i suoi amici. Con la loro auto arrivano in fondo ad una strada senza uscita. La famiglia si trova di fronte ad un enorme edificio rosso. Questo film per bambini non parla della classica trasformazione da bambina cattiva a brava. Troviamo invece una ragazzina che deve adattarsi all’ambiente che la circonda ed aprisi alle sfide che si trova davanti cercando di affrontare come meglio può.

Nightmare Before Christmas
Nightmare Before Christmas è un film d’animazione del 1993 diretto da Henry Selick, ideato e prodotto da Tim Burton. Il Paese di Halloween è un mondo immaginario nel quale vivono tutti i mostri della festività. Per tutto l’anno gli abitanti sono impegnati a preparare la festa du Halloween del 31 ottobre. Jack Skeletron è il capo di questo Paese. Jack è stanco della solita vita e soprattutto di dover spaventare i bambini. Un giorno scopre per caso nel tronco di un albero un accesso al regno di Babbo Natale. Gli viene così in mente un’idea geniale. Rapire Babbo Natale e sostituirsi a lui nella consegna dei doni. Sally, la bambola di pezza innamorata di lui lo aiuterà in questa impresa risolvendo i guai che il novello Babbo Natale, decisamente maldestro, combinerà.

WALL·E
Wall-e è un film d’animazione del 2008 realizzato da Pixar Animation Studios in coproduzione con Walt Disney Pictures. Il film è ambientato nel futuro. Nell’anno 2105 il Pianeta Terra è talmente inquinato da essere ormai completamente ricoperto di immondizia. Per tale ragione gli abitanti della terra si trasferiscono in una flotta di navi spaziali mentre sulla terra un esercito di robot chiamati “WALL•E” si occupano di compattare i rifiuti in cubi. Succede però che gli abitanti della terra finiscono per abituarsi alla loro nuova vita sulle navi ed i robot sulla Terra si disattivano tutti nel tempo. Solo uno rimane in funzione. Wall-e, incontrato il robot ricercatore EVE, giunto sulla Terra per scoprire se la vita in essa è ancora possibile, scoprirà la propria vera missione.

Nausicaa della valle del vento
Nausicaa della valle del vento è un film d’animazione del 1984 scritto e diretto da Hayao Miyazaki. Il film è tratto dal suo manga omonimo ed è una storia di fantascienza post apocalittica con accenti ambientalisti. Ci troviamo nel futuro. La Terra è stata devastata dalla guerra chiamata “I sette giorni di fuoco”. Questa guerra ha decimato la popolazione e distrutto l’ecosistema. Nausicaa è la figlia del capo della Valle del Vento e si trova al centro di una spaventosa guerra termonucleare tra i due vicini regni di Pejite e Tolmechia. Quando un aereo di quest’ultimo cade nella Valle, portando un pericoloso carico, la giovane si rende conto che la sopravvivenza della sua comunità, e dell’intera umanità, è a questo punto in grave pericolo.

Fantasia
Film d’animazione americano del 1940 prodotto e distribuito dalla Walt Disney. Si tratta del primo film commerciale proiettato in stereofonia. Prevede sette cortometraggi animati accompagnati dall’orchestra sinfonica di Philadelphia diretta dal Maestro Stokowsky. Topolino ed altre creature fantasiose danzano sulle note di grandi autori: Toccata e fuga in Re minore di Johann Sebastian Bach, Lo schiaccianoci di Pëtr Il’ic Cajkovskij, L’apprendista stregone di Paul Dukas, La sagra della primavera di Igor Stravinskij, Intervallo/Incontra la Colonna Sonora, Sinfonia n. 6 “Pastorale” di Ludwig Van Beethoven, Danza delle ore di Amilcare Ponchielli, Una notte sul Monte Calvo di Modest Petrovic Musorgskij e Ave Maria di Franz Schubert.

Toy Story, Toy Story 2, Toy Story 3
Toy Story è un film di animazione del 1995 prodotto dalla Pixar e rilasciato dalla Walt Disney Pictures. Si tratta in realtà di una serie cinematografica d’animazione, perchè prevede tre capitoli: Toy Story – Il mondo dei giocattoli (1995), Toy Story 2 – Woody e Buzz alla riscossa (1999), Toy Story 3 – La grande fuga (2010).
In Toy Story un bambino, Andy, riceve in regalo Buzz Lightyear, un astronauta giocattolo. A causa di ciò lo Sceriffo giocattolo Woody una grande gelosia, derivante dal fatto di essere stato messo da parte dal suo proprietario in favore del nuovo arrivato. Quando però entrambi si trovano a fuggire dal vicino di casa di Andy, Sid Phillips, un ragazzino che ama torturare e distruggere i giocattoli, i due dovranno unire le forze.
In Toy Story 2 lo Sceriffo Woody essere rapito da un collezionista di nome Al McWhiggin, proprietario di un grosso negozio di giocattoli, l’Al’s Toy Barn. Buzz, con l’aiuto di altri giocattoli, cercherà di salvare il povero Woody.
In Toy Story 3 i giocattoli, tra i quali Woody, Buzz e Jessie, vengono accidentalmente regalati dalla mamma di Andy ad un asilo. Andy infatti sta partendo per il college. Ma in quell’asilo i nostri amici dovranno vedersela con i bimbi più piccoli, che amano maltrattare i giocattoli, e con l’orsacchiotto rosa Lotso, il più importante giocattolo dell’asilo.

E.T. L’Extraterrestre
E.T. è un famoso fantascienza del 1982 diretto da Steven Spielberg e distribuito dalla Universal Pictures. Si è guadagnato un enorme successo al botteghino sorpassando all’epoca addirittura film del calibro di Guerre stellari come film che ha incassato di più nella storia del cinema. Una notte un’astronave aliena atterra in una foresta della California. Da essa scendono alcuni alieni che intendono prelevare campioni di vegetazione. Tuttavia alcuni agenti del governo hanno visto l’astronave e gli alieni, sentendosi minacciati, ripartono in tutta fretta. Uno di loro però viene dimenticato sulla Terra. Per fortuna un bambino, Elliot, lo trova e lo porta a casa sua, con la complicità della sorellina Gertie e il fratello maggiore Michael. Tra Elliot ed E.T. nasce l’amicizia.

Monsters & Co.
Monsters & Co. è un film d’animazione della Pixar del 20011. Nella città di Mostropoli vivono i mostri. La città ricava l’elettricità di cui ha bisogno dalla centrale elettrica cittadina la quale converte le urla dei bimbi umani in energia elettrica. Per ottenere questi urli i mostri che lavorano alla centrale devono entrare la notte nelle camere dei bambini tramite porte speciali e spaventarli. Ma anche i mostri hanno paura. Paura dei bambini che spaventano, perchè li considerano pericolosi tanto da credere di morire al semplice tocco da parte di uno di loro. James Sullivan (Sulley) e l’amico e assistente Mike Wazowski è uno dei due migliori spaventatori di bambini. Un giorno, terminato il turno di lavoro, Sulley si accorge che una porta non è stata ritirata. La apre e si reca nella camera da letto corrispondente per verificare che non ci sia qualche mostro rimasto nel mondo umano, ma quando ritorna nel proprio mondo non si accorge che la bimba umana alla quale appartiene la cameretta si è infilata nella porta giungendo nel mondo dei mostri. James scopre che la storia dei bambini infetti e pericolosi non è vera, si affeziona alla piccola e cerca di riportarla sana e salva nel suo mondo.

Laputa – Il castello nel cielo
Il titolo del film è riferito all’isola immaginaria Laputa, che viene descritta nel famoso romanzo “I viaggi di Gulliver” di Jonathan Swift. Laputa – Il castello nel cielo è stato premiato in Giappone come miglior film d’animazione del 1986. Un’aeronave viene attaccata da un gruppo di pirati dell’aria, comandati da Dola, una donna cattiva che ha fatto prigioniera una ragazzina, Sheeta. I pirati hanno attaccato la nave per impossessarsi del ciondolo della ragazza, l’aeropietra. Sheeta però approfitta della confusione per liberarsi e fuggire lanciandosi dal finestrino dell’aeronave. Incredibilmente la pietra al collo della ragazzina si accende di una luce azzurra e Sheeta, svenuta, atterra dolcemente tra le braccia di Pazu, un ragazzo orfano che lavora come apprendista operaio in una miniera. Pazu aiuta Sheeta accompagnandola per tutta l’avventura inseguendo il sogno sfiorato dal padre: la scoperta di Laputa, una città incantata che fluttua nel cielo. Il ciondolo della giovane Sheeta, del quale tutti cercano di impossessarsi, potrebbe essere la chiave d’accesso alla città leggendaria.

Porco Rosso
Porco Rosso un film d’animazione giapponese del 1992, scritto e diretto da Miyazaki e prodotto dall’ormai famoso Studio Ghibli. Marco Pagot è un asso della Regia Aeronautica. A causa di un misterioso incidente occorsogli durante la prima guerra mondiale, ha assunto per un sortilegio l’aspetto di un maiale. A causa di ciò è costretto ad abbandonare l’aeronautica ed a ritirarsi sulla costa dalmata dove si guadagna da vivere con le taglie poste sui pirati dell’aria che combatte con il suo idrovolante monoplano rosso Savoia S.21. Porco Rosso sorvola quindi i cieli dell’Adriatico liberando coloro che sono rapiti dai Pirati del Cielo e sottraendosi al giogo fascista. Egli diventa quindi un ostacolo per i pirati dell’aria che ad un certo punto decidono di unire le forze per eliminarlo. Ingaggiano dunque un altro asso dell’aviazione, lo statunitense Donald Curtis.

Gli incredibili – Una “normale” famiglia di supereroi
Quello de Gli Incredibili è un film d’animazione del 2004 diretto da Brad Bird. Si tratta della sesta pellicola prodotta dagli Pixar Animation Studios e la prima la cui storia si basa unicamente su personaggi umani, seppure dotati di superpoteri. A causa del malcontento generale dovuto alle imprese dei supereroi, questi ultimi sono costretti a ritirarsi e ad essere inseriti nella società tramite un programma di protezione del Governo. Dopo quindici anni troviamo dunque Robert ed Hellen Parr, ex Mr. Incredible ed ex Elastigirl, sposati e con tre figli, due dei quali, Violetta e Flash, hanno dei superpoteri. Violetta può rendersi invisibile e creare campi di forza impenetrabili, mentre Flash può correre a velocità elevata. Ma quand i cattivi minacciano il mondo, gli Incredibili devono tornare in azione.

Ratatouille
Ratatouille è un film d’animazione del 2007 realizzato in grafica computerizzata dalla Pixar. Nella Francia del 1970 Rémy, un piccolo ratto con il sogno di diventare un grande cuoco, vive nella soffitta di una casa di campagna poco lontano da Parigi. Il fratello Émile e il padre Django, capo della grande colonia di ratti che abita nella casa, amano nutrirsi di spazzatura, così come tutti i ratti della colonia. Rémy, invece, desidera sperimentare sempre nuovi sapori avendo un olfatto ed un gusto molto raffinati. Proprio per non sporcare il cibo che mangia, Rémy cammina su due zampe, come un umano. Il compito del ratto all’interno della colonia è quello di annusare il cibo per verificare che sia mangiabile. Il nostro piccolo protagonista sogna una carriera in una professione, la ristorazione, nella quale esiste una vera e propria fobia verso i ratti. Il destino conduce Rémy a Parigi, dove, nel ristorante del suo idolo, il grande chef, putroppo deceduto, Gusteau. Il piccolo ratto, grazie all’aiuto dello sguattero Alfredo Linguini, figlio di una vecchia fidanzata di Gusteau, inseguirà il suo sogno di diventare un grande chef nonostante il vice di Gusteau, un odioso affarista di nome Nino Skinner, cerchi di mettere i bastoni tra le ruote ai due.

Alla ricerca di Nemo
Alla ricerca di Nemo è un film d’animazione della Disney Pixar del 2003, che ha vinto il premio Oscar 2004 come miglior film d’animazione. Marlin è un pesce pagliaccio che vive dentro ad un anemone sulla Grande Barriera Corallina nell’Oceano Pacifico. Sua moglie Coral ha deposto tante uova ed i due stanno aspettando che si schiudano. All’improvviso però un barracuda li attacca e Marlin resta vedovo e con un solo uovo. Chiama l’unico figlio Nemo come avrebbe voluto Coral. Marlin cresce suo figlio con un’ansia continua che possa capitargli qualcosa, complice anche il fatto che il piccolo è nato con una pinna atrofica. Ma Nemo non sopporta le attenzioni morbose del padre ed alla prima occasione entra da solo in mare aperto per toccare un motoscafo con la pinna. Un subaqueo lo cattura e Marlin tenta disperato un inutile inseguimento. Parte quindi alla ricerca del figlio in compagnia del pesce chirurgo Dory, incontrata lungo la strada, la quale soffre di perdite di memoria. Mentre Marlin e Dory viaggiano attraverso l’Oceano alla ricerca del figlio di lui, Nemo e i compagni di prigionia meditano un piano per fuggire dall’acquario nel quale sono rinchiusi prima di essere regalati ad una crudele ragazzina che maltratta i pesci fino a farli morire.

Il castello errante di Howl
Il castello errante di Howl è un film d’animazione giapponese del 2004, diretto da Hayao Miyazaki e prodotto dallo Studio Ghibli, la cui sceneggiatura è adattata dal romanzo omonimo del 1986. Sophie è una ragazza semplice che gestisce il negozio di cappelli del padre defunto. Dopo aver scoperto un intrigo magico che coinvolge le sue due sorelle, Sophie di soli 18 anni cade vittima di un incantesimo che trasforma il suo corpo in quello di una vecchia. Importunata da due gendarmi, viene salvata dal mago Howl. Tornata in negozio Sophie riceve una visita della Strega delle Lande Desolate, che arrabbiata per le attenzioni che Howl ha avuto nei confronti della ragazza, scaglia su quest’ultima una maledizione trasformandola in vecchina. Ella non potrà inoltre rivelare la propria identità. Sophie spaventata fugge via. Giunge alla dimora di Howl, un castello che si sposta da un luogo all’altro, dentro al quale la nostra eroina incontra il demone del fuoco Calcifer che alimenta il castello. Costui si accorge della maledizione e rivela a Sophie che scioglierà la maledizione che la affligge quando lei scioglierà quella che lega Calcifer al castello e ad Howl.

Up
Up un film d’animazione del 2009 scritto e diretto da Pete Docter e Bob Peterson. Si tratta del decimo lungometraggio realizzato dai Pixar Animation Studios in co-produzione con la Walt Disney Pictures. Carl Fredricksen è un anziano ultrasettantenne che ha sempre desiderato di vedere il mondo. Russell è un boyscout di otto anni. Carl ha sempre vissuto nella stessa casa, dove conserva i ricordi della sua vita felice trascorsa assieme alla moglie purtroppo deceduta. Così quando gli viene chiesto di abbandonare la sua casa, che si trova al centro di un cantiere dove è in progetto un complesso residenziale e deve dunque essere necessariamente abbattuta, l’anziano rifiuta. Russell è un ragazzino scout di 8 anni che bussa alla sua porta offrendosi di dargli una mano per poter ottenere il distintivo-scout di “assistenza agli anziani” e completare il suo medagliere. A causa di un incidente causato da Carl nel tentativo di proteggere la propria casa e i ricordi della moglie Ellie, viene deciso che la sua casa verrà abbattuta e l’anziano verrà ricoverato in una casa di riposo. Ma Carl ha da tempo preparato un piano. Dal tetto dell’abitazione infatti fuoriescono centinaia di palloncini gonfiati con elio che sollevano la casa e la portano via. Russel, che è rimasto bloccato sulla veranda, diventerà il suo compagno di viaggio in questa avventura che li condurrà in Sudamerica.

Il mio vicino Totoro
Due ragazzine, Mei e Satsuki, per avvicinarsi alla madre in ospedale si trasferiscono con il padre in una casa di campagna dalla fama di essere stregata. Presto scopriranno che la foresta che circonda la casa è abitata da strane creature chiamate Totoro, insieme alle quali vivranno fantastiche avventure. Per festeggiare il trentesimo compleanno dello Studio Ghibli, il film animato di Miyazaki torna al cinema in versione rimasterizzata nei soli giorni del 12 e 13 dicembre.

Altri film per bambini carini sono i seguenti:

Big Hero 6
Bee Movie
Biancaneve e gli 007 nani
Bolt – Un eroe a quattro zampe
Capitan Harlock 3D
Seleziona Capitan Harlock – L’arcadia della mia giovinezza
Capitan Harlock – L’arcadia della mia giovinezza
Brisby e il segreto di Nimh
Boxtrolls – Le scatole magiche
Boog e Elliot a caccia di amici
Billy il koala
Biancaneve e i sette nani
Bianca e Bernie nella terra dei canguri
Basil l’investigatopo
Barry, Gloria e i Disco Worms
Barnyard – Il cortile
Bambi e il grande principe della foresta
Bambi
Azur e Asmar
Atlantis – L’impero perduto
Astro Boy
Asterix e la grande guerra
Asterix e il regno degli Dei
Asterix e i vichinghi
Arthur e la vendetta di Maltazard
Arthur e la guerra dei due mondi
Arthur e il popolo dei Minimei
Arrietty – Il mondo segreto sotto il pavimento
Ant Bully – Una vita da formica
Animals United 3D
Angry Birds – Il film
Alvin Superstar: nessuno ci può fermare
Alvin Superstar
Alpha and Omega
Alla ricerca di Nemo
Alla ricerca di Dory
Alice nel Paese delle Meraviglie
Albert e il diamante magico
Aladdin
A spasso con i dinosauri 3D
A Bug’s Life – Megaminimondo
La carica dei 101
Baby il segreto della leggenda perduta
La magia del lago
Rin tin tin
Paulie
Il giro del mondo in 80 giorni
Hotel Bau
Mamma mi sono persa il fratellino
Baby Birba
Toys
Cani dall’altro mondo
Fluke
Cin Cin
Il gatto con gli stivali
Il sogno di Calvin
Pippi Calzelunghe
La piccola principessa
Alieni in soffitta
20.000 leghe sotto i mari
Una ragazza, un maggiordomo e una lady
Giallo a Creta
Il computer con le scarpe da tennis
Zanna Gialla
FBI operazione gatto
Chitty Chitty Bang Bang
Riccioli d’oro
Un poliziotto a 4 zampe
Il mio amico a 4 zampe
Il richiamo della foresta
Free Willy
Babe, maialino coraggioso
Una tartaruga di nome Josef
Il segno di Zorro
I ragazzi della via Pal
L’asilo dei papà
Flicka
Il campeggio dei papà
Matilda 6 mitica
Maga Martina
8 amici da salvare
Neverland
Racconti incantati
Beethoven
Sansone
Jurassic Park
Notte al museo
Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi
Alvin superstar
Il cowboy con il velo da sposa
Quattro sotto zero
La volpe e la bambina
Casper
Innamorarsi a Manhattan
Piccolo Lord
I Goonies
L’incredibile volo
La tela di Carlotta
Ritorno al futuro 2
Ritorno al futuro
Hugo Cabret
Karate Kid 2
Karate Kid
Mamma ho perso l’aereo 2
Mamma ho perso l’aereo
Piccole donne
Mister Magorium
Ritorno al futuro
Superman
La storia infinita
Lassie
Pinocchio
Mrs. Doubtfire
La mia vita a 4 zampe
Flipper
Pirati dei Caraibi
Asterix e Obelix
E.T.
Robinson Crusoe
Alice in wonderland
Hook capitan uncino
I viaggi di Gulliver
Il mago di Oz
Arthur e il popolo dei Minimei
Una scatenata dozzina
Star Wars
Le cronache di Narnia
Dragon Trainer
L’isola di Nim
Harry Potter
4 bassotti per un danese
Tutti insieme appassionatamente
Mary Poppins
Il Dottor Dolittle
Sette Spose Per Sette Fratelli
Striscia – Una Zebra Alla Riscossa
Willy Wonka E La Fabbrica Di Cioccolato
Viaggio Al Centro Della Terra (1959)
Pomi D’Ottone E Manici Di Scopa
Herbie Al Rally Di Montecarlo
Nanny McPhee – Tata Matilda
Alla ricerca di Nemo

Ecco alcuni film per bambini con la trama ed il trailer:

Bee Movie

Film per bambini Bee MovieNell’alveare di New Hive City c’è un nuovo laureato. Si tratta del giovane Barry Benson, che come tutti i neolaureati è incerto sul proprio futuro. L’unica azienda che offre lavoro è la Honex, l’azienda di miele nella quale praticamente tutte le api lavorano da sempre, senza un solo giorno di ferie. Una vita pesante e senza stimoli che a Barry proprio non piace. Così la giovane ape decide di unirsi ai “fuchi fichi”, delle api che compiono missioni pericolose fuori dall’alveare per raccogliere il polline. E’ così che per la prima volta entra in contatto con gli esseri umani, e precisamente con una fiorista di Manhattan, Vanessa Bloome, che gli salva la vita. E così infrange una regola delle api, quella di non comunicare mai con gli esseri umani. Barry scopre però che il miele, prodotto dalle api sopportando fatica e pericoli, viene rubato dagli esseri umani che lo rivendono in vasetti. Cosa farà Barry?

Il creatore di Bee Movie, che dona la sua voce al protagonista nella versione in lingua originale, è il comico newyorkese Jerry Seinfeld, famoso negli Stati Uniti. Sienfeld ebbe l’idea del film una sera, a cena con Steven Spielberg. La pronuncia del nome ha due significati: “Bee Movie” (film di api) e “B-movie” (film di serie B). Bee-Movie è una perfetta parodia della società occidentale, dove le piccole api operose lavorano seguendo il motto “pensa apese” (muoviti, vola ed agisci come solo un’ape sa fare).

Interessanti i richiami ai film The Island del 2005, Matrix del 1999 e Il Laureato del 1967. Il doppiaggio in lingua originale è stato affidato ad attori famosi, tra i quali la bravissima Renée Zellweger (la ricorderete ne Il diario di Bridget Jones) e Matthew Broderick.

Biancaneve e gli 007 nani

Un film di animazione che propongo ma che sinceramente non mi è piaciuto. Si, è vero, basta che piaccia ai piccoli di casa, ma se può piacere anche a noi adulti è meglio. La grafica è povera. Punto. Motivo in più per renderlo adatto ad un target di bambini decisamente piccoli. La trama è abbastanza banale. In un unico regno incantato si mescolano tutti i personaggi delle favole. Personalmente non trovo una protagonista che sia d’esempio per i piccoli spettatori, ma una Biancaneve viziata ed irresponsabile, buona non per dei valori morali che non ha ma per non essere bella solo esteriormente. Questo film di animazione è stato creato sull’onda del successo di Shrek ma per quanto Gordon e Kirkland abbiano tentato di averne altrettanto, essendo la pellicola veramente di bassissima qualità il risultato, come già anticipato, è stato pessimo. Già la grafica, come già detto, lascia estremamente a desiderare ma il contenuto è anche peggio. Nella versione italiana i doppiatori sono Antonella Clerici, nel ruolo di Biancaneve, e Jerry Calà, nel ruolo dell’improbabile ruolo dello specchio magico, che alla famosa domanda <<Specchio specchio delle mie brame chi è la più bella del reame?>> risponde: <<Tu mia regina, libidine!>>. Peggio di così… Pare quasi che i valori morali siano stati “appiccicati” a questo film per tranquillizzare gli adulti che per educare davvero i bambini.

Dal momento però che “de gustibus…” racconto brevemente la trama. Biancaneve è la giovane principessa di un regno da fiaba in cui regna la pace. Il re e la regina sono amati dai loro sudditi e la giovane ha i classici disagi tipici dell’adolescenza. I problemi nascono quando Mambo e Munk, due creature del regno magico incaricate di proteggere l’equilibrio tra il bene ed il male, rompono per errore la bilancia e la bilancia inizia a pendere fortemente dalla parte dei cattivi. Il risultato? Muore la regina e Biancaneve se ne infischia del regno, troppo occupata ad uscire a divertirsi con le amiche (Riccioli d’oro, Cappuccetto Rosso, e così via). Ne approfitta la cattiva di turno, Lady Vanity, per tentare di conquistare il trono. Riuscirà Biancaneve a fermare la ascesa al potere della strega? Forse si, se riuscirà a ritrovare la purezza e la bontà.

Big Hero 6

Oscar 2015 come miglior film di animazione, Big Hero 6 è un film della Disney, per la precisione il 54°, e si vede. La qualità è superiore. Big Hero 6 offre tutto: azione, emozione, lacrime, risate, suspance. Né Pixar né Dreamworks sono in grado di eguagliare la Disney, che con questo lavoro ha davvero superato sé stessa. I disegni sono incredibilmente belli e la cura dei dettagli è quasi maniacale. La storia mi è piaciuta tanto. A tratti davvero commovente. Consiglio la visione in compagnia di un adulto, perchè ad esempio la morte del fratello ha molto colpito una delle mie figlie al punto che la notte non riusciva ad addormentarsi per la preoccupazione, tanto che ho dovuto mentire e dirle che in realtà il fratello non era mai morto e che era stata lei a non comprendere bene il film. Ottima la regia e bellissima la colonna sonora. Insomma un film Disney degno di questo nome. Big Hero 6 è un film di animazione che si ispira ad un fumetto della Marvel per nulla famoso. Ne ha riscritto alcuni personaggi creando un vero capolavoro.
Ma quindi di elementi Marvel non ce sono, nel film?
Al contrario.
Questo film di animazione della Disney è decisamente originale, perchè ricorda in tutto e per tutto un prodotto giapponese. Big Hero 6 è infatti ambientato in una città che è un incrocio tra Tokio e San Francisco, tra Giappone ed Stati Uniti: San Fransokio. L’intenzione degli sceneggiatori è chiaramente quella di mescolare due culture estremamente differenti, quella orientale e quella occidentale. Forse l’obiettivo della Disney è quella di puntare anche al pubblico orientale, vista la sua crescente importanza economica (e numerica) nel panorama mondiale. Del resto anche gli orientali propongono spesso e volentieri nei loro prodotti televisivi elementi occidentali, quindi perchè non potrebbe accadere il contrario?

Hiro Hamada ha 14 anni e dopo la morte dei genitori è andato a vivere con il fratello maggiore Tadashi a casa della zia. Nella frenetica e tecnologica città di San Fransokyo Hiro partecipa a incontri di bot duelli. Si tratta di incontri clandestini nei quali ogni sfidante porta un robot costruito “in casa” e lo fa combattere. In palio c’è molto denaro ed Hiro, inizialmente sottovalutato dagli avversari per la giovane età, dimostra presto di essere un piccolo genio, in quanto il suo robot sconfigge l’avversario senza troppa fatica. Alcuni giocatori però non sono affatto contenti della vittoria del ragazzino e lo inseguono per dargli una lezione. Fortunatamente giunge in suo aiuto il fratello maggiore, che lo carica in moto e lo riporta a casa. Tadashi decide così di mostrare ad Hero il suo progetto: Bymax, un robot. Così inizia la storia di Big Hero 6, e per evitare spoiler non continuerò nel racconto. Vale veramente la pena. Le lacrime sono assicurate ma per tutto il film regnerà l’azione, senza un momento di respiro.

Bolt – Un eroe a quattro zampe

L’inizio del film è assolutamente tenero. Un cagnolino in un negozio di cani che gioca con un pupazzo a forma di carota, l’unico bianco della cucciolata. Una bimba che dal vetro lo osserva e lo sceglie come compagno di vita. Il proprietario del negozio lo prende e glielo dà in braccio. E’ amore al primo sguardo tra Bolt e Penny. Trascorrono cinque anni e ritroviamo la bambina ormai ragazzina che fugge inseguita da uomini cattivi che hanno catturato suo padre. Con lei c’è il fedele Bolt, un cane con superpoteri. In realtà però si tratta di una serie televisiva, attualmente la più famosa di Hollywood, e Bolt e Penny sono gli attori protagonisti. Solo che lui non lo sa e crede sia tutto vero. Ecco perchè quando nella serie tv rapiscono la sua padroncina e le riprese vengono interrotte per riprendere successivamente, lui non si dà pace e riesce a fuggire dal camerino per andarla a cercare. Il suo obiettivo è trovare “l’Uomo dagli occhi verdi” che nella serie tv interpreta il cattivo. Durante la sua ricerca incontrerà diversi animali, uno più simpatico dell’altro. E tra nuove amicizie e una serie di situazioni mozzafiato, Bolt intraprenderà un lungo viaggio per ritornare agli studi di Hollywood. In questa emozionante avventura il cane si renderà anche conto che la sua vita fino a quel momento era stata solo finzione e che non possiede alcun potere. In questo percorso di crescita, si imbatterà in una cinica gattina randagia che non ha mai conosciuto l’amore degli umani ed in un criceto pazzo che sogna una vita avventurosa ma non ha mai lasciato la sua casa e la palla di plastica in cui è rinchiuso.

Personalmente mi è piaciuto molto ed anche alle mie figlie. Non presenta punti morti, si guarda tutto d’un fiato e non posso fare altro che consigliarlo.

Capitan Harlock 3D

Capitan Harlock 3D, la storia del pirata spaziale che naviga fra le stelle creato dal Maestro Leiji Matsumoto è tornato dopo anni di assenza per coinvolgere i suoi antichi fan e per farsi apprezzare dai nuovi di questa generazione. La trama è stata rielaborata e dunque non sono presenti tutti i personaggi della serie originale. Anche la storia e la caratterizzazione dei personaggi non è perfettamente attinente all’originale. Rendiamoci conto quindi che ci si trova davanti ad un Capitan Harlock nuovo, più cupo e malinconico se vogliamo, e più in disparte per lasciare più spazio alla ciurma, che nella versione originale era quasi tutta nascosta in penombra. In ogni modo i fan del cartone non potranno non amare anche il film, che grazie al 3d è stato reso più moderno e se vogliamo reale. Sicuramente tra gli amatori dell’originale ci sarà qualcuno che non apprezzerà i cambiamenti apportati, ma vale comunque la pena di vederlo. Portato sugli schermi italiani dalla Lucky Red, Capitan Harlock 3D è un lungometraggio in computer grafica realizzato dalla Toei Animation. Per questo film di animazione in 3d sono state spese cifre da capogiro e la perfetta ricostruzione dell’Arcadia ci mostra l’attenzione ai particolari di coloro che si sono occupati della realizzazione.

Capitan Harlock, in questa nuova avventura, deve opporsi alla Coalizione Gaia e deve pertanto, da ormai cento anni, vagare per lo spazio con l’Arcadia attaccando le navi nemiche e reclutando del nuovo equipaggio.

All’inizio del film vediamo che il fratello del capo della flotta di Gaia, Logan, viene inviato come spia all’interno dell’Arcadia, con la missione di uccidere Capitan Harlock. Intanto Capitan Harlock sta perseguendo un obiettivo: tornare indietro nel tempo fino al momento in cui la Terra, chiamata Gaia dai suoi nemici, era ancora abitata dagli esseri umani. Questi ultimi infatti l’avevano abbandonata per colonizzare nuovi pianeti in quanto erano aumentati numericamente al punto da essere troppi per un solo pianeta. Quando però erano dovuti rientrare sulla Terra, non trovando un pianeta altrettanto abitabile nell0 spazio, era scoppiata la guerra ComeHome. Ecco perchè la Coalizione Gaia aveva vietato a chiunque di abitarla. Tuttavia Harlock pensa che la Coalizione ponga questo divieto per altri motivi, ed anche lui nasconde un drammatico segreto. Cosa succederà lo scopriranno coloro che guarderanno questo bel film di animazione. Una nota per coloro che non avessero mai letto il manga o visto l’anime: il computer centrale contiene la coscienza di Toshiro, che è morto, ed è quest’ultimo a far muovere il timone da solo.

Aspetta! Dai un'occhiata anche a

Leave a Comment